home home
Flickr Facebook Facebook
CasaClima
Con il termine CasaClima si intende una casa progettata per ottenere un alto risparmio energetico ed uno spazio abitabile più salubre rispetto ad un edificio tradizionale.

In base al fabbisogno energetico annuo per metro quadro dell'edificio si possono suddividere diverse classi di appartenenza CasaClima:

  • CasaClima Oro: ha un fabbisogno termico inferiore a 10 kWh per metro quadro all'anno. Viene anche chiamata casa da un litro perchè necessita di un litro di gasolio per metro quadro all'anno.
  • CasaClima A: ha un fabbisogno termico inferiore a 30 kWh per metro quadro all'anno. Viene anche chiamata casa da tre litri perchè necessita di tre litri di gasolio per metro quadro all'anno.
  • CasaClima B: ha un fabbisogno termico inferiore a 50 kWh per metro quadro all'anno. Viene anche chiamata casa da cinque litri perchè necessita di cinque litri di gasolio per metro quadro all'anno.

Una casa tradizionale consuma dai 90 ai 120 kWh per metro quadro all'anno.

La più alta tra le categorie CasaClima è CasaClima+, un contrassegno rilasciato ad edifici abitativi che si contraddistinguono non solo per l’alto risparmio energetico, ma anche per una tecnica di costruzione ecologica e l'utilizzo di materiali ecocompatibili, come il legno, e di fonti rinnovabili.

Il certificato energetico di un edificio, rilasciato dall'Agenzia CasaClima, in quanto ente indipendente, è un documento con marchio di qualità.

E' di fondamentale importanza sottolineare che tale classificazione è subordinata a controlli effettuati sul fabbricato da parte dell'Agenzia durante tutto l'iter della costruzione, e non solo sulla base del semplice progetto.

CasaClima coniuga il benessere con il risparmio economico. Una casa ad alta qualità abitativa consente infatti di risparmiare ed allo stesso tempo di tutelare l'ambiente, attraverso:

  • isolamento termico complessivo e forma edificatoria compatta e semplice per ridurre le dispersioni di calore in inverno e il surriscaldamento estivo;
  • massimo sfruttamento dell’energia solare, attraverso un corretto orientamento dell’edificio;
  • riscaldamento tramite sistemi alternativi di riscaldamento e/o con l'impiego di energia solare, ad esempio con pannelli solari termici per la produzione di acqua calda, impianti geotermici, pannelli solari fotovoltaici per la produzione di elettricità, impianti di ventilazione forzata o centrali termiche a biomasse. In ogni modo si esclude l’utilizzo di energie fossili;
  • scelta di materiali edili ecocompatibili ed innocui per la salute;
  • assenza di difetti edili (ad esempio giunti tra materiali diversi come muratura e legno, ponti termici, ecc.);
  • rivalutazione dell'immobile.

Scegliere di costruire una casa tutta in legno, che ha la stessa solidità, sicurezza e durata di una costruzione in muratura tradizionale, significa compiere una scelta oculata e rivolta al rispetto dell'ambiente che ci circonda, senza rinunciare ad alcun comfort abitativo.

Il legno, inoltre, offre due importanti vantaggi rispetto alla muratura: l'elasticità e la resistenza al fuoco.

Elasticità
Una casa in legno è per sua natura estremamente elastica e garantisce un'elevata protezione antisismica. Il legno, infatti, con una resistenza paragonabile a quella del cemento armato ma con una massa cinque volte inferiore, crea un sistema elastico e leggero: anche quando le tradizionali strutture antisismiche crollano il legno non può sbriciolarsi, né spezzarsi, ma soltanto deformarsi. I danni causati ad una costruzione in legno sono quindi sempre inferiori rispetto a quelli provocati ad una casa antisismica tradizionale.

Resistenza al fuoco
Test hanno dimostrato che dopo oltre un'ora di incendio, una casa in legno conserva ancora intatte le sue proprietà meccaniche e inalterata la sua struttura, ribaltando così un pregiudizio antico quanto le case: ovvero che il legno resiste al fuoco meno del cemento. Nulla di più sbagliato: grazie alla naturale presenza d'acqua nel legno, in caso di incendio le pareti possono espletare la loro funzione portante molto a lungo. Le strutture in muratura tradizionale sono costruite con materiali che hanno caratteristiche di resistenza al fuoco non superiori al legno. Per esempio l'acciaio di cui è costituita l'armatura portante dei solai si dilata ad una temperatura di 200°C, pertanto il rischio di crollo in una casa con solai in cemento armato è superiore rispetto ad una in legno.

Una casa di legno a prova di terremoto e di incendio non è fantasia ma realtà.

Un esempio di CasaClima: